Soluzioni Innovative
per le Aziende e per
la Pubblica Amministrazione
Focus 2024
 
Giovedì, Aprile 18, 2024
Utilizzo di un APR in ambito della Gestione Emergenze

In quale modo un APR può essere usato in ambito Gestione Emergenze?
Un APR commerciale, dotato di una telecamera girostabilizzata e georeferenziata, può svolgere una serie di missioni tipo che si integrano perfettamente con un Piano di Protezione Civile comunale, sia in sede di pianificazione e di verifica, sia durante le fasi di gestione di una  crisi, come anche a emergenza conclusa, fornendo preziosi dati che concorrono a efficientare i processi di decision making, tanto a livello di coordinamento strategico di COC, che di valutazione tattica per le singole squadre di intervento.
  
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Aprile 11, 2024
Utilizzo del drone per la gestione delle emergenze

Cos'è un "drone"?
Il termine colloquiale "drone" identifica quello che tecnicamente è un "Sistema Aereo a Pilotaggio Remoto", abbreviato SAPR o APR, ovvero un vero e proprio aeromobile senza equipaggio a bordo, controllato da terra da un pilota tramite una ground control station (GCS).
Dal lato pratico un SAPR è una piattaforma volante che, grazie ad un pacchetto di sensori personalizzato in base al tipo di missione da svolgere, permette di avere un punto di osservazione di una scena dall'alto ad una frazione del costo operativo di un velivolo convenzionale, elicottero o aereo.
  
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Aprile 4, 2024
Il Sindaco e gli impianti a rischio incidente rilevante

Le autorità territoriali di protezione civile, tra cui il Sindaco, sono responsabili civili e penali, in riferimento agli ambiti di governo e alle funzioni di competenza.
 
Il Sindaco, visto il Piano di Emergenza Esterno (PEE) degli impianti a rischio di incidente rilevante di competenza del Prefetto, è obbligato ad informare la popolazione degli scenari incidentali e delle procedure operative previste nel PPC. Le informazioni inerenti il PEE sono a disposizione del pubblico e devono essere tenute aggiornate.
Le informazioni riprese nel PPC devono essere comprensibili sulle misure di sicurezza e sul comportamento da tenere in caso di incidente rilevante, e sono fornite d’ufficio dal Sindaco, nella forma più idonea, a tutte le persone ed a qualsiasi struttura e area frequentata dal pubblico, compresi scuole e ospedali, che possono essere colpiti da un incidente rilevante verificatosi in uno degli stabilimenti, nonché a tutti gli stabilimenti ad esso adiacenti soggetti a possibile effetto domino. 
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Marzo 28, 2024
PPC e Popolazione

Il Sindaco e i suoi collaboratori, definiscono la campagna annuale di informazione alla Popolazione dei contenuti del PPC, prevedendo:
- incontri tematici con minori presso gli Istituti Scolastici, in accordo con la Dirigenza;
- incontri con Cittadini e Istituti, Associazioni qualificate al supporto delle persone in stato di fragilità e loro familiari, al fine di condividere le opportunità del PPC per la gestione dei soccorsi durante un'emergenza;
- incontri tematici con popolazione;
- programmazione campagna informativa;
- incontri con attività produttive ed associazioni del territorio.
 
La formazione e l’attività di divulgazione delle informazioni inerenti il PPC dovranno tenere conto di:
- presenza di stranieri sul territorio comunale;
- situazione di disabilità;
- i rischi del territorio cui si può essere esposti e le loro caratteristiche;
- le disposizioni del Piano di protezione civile comunale ultimo approvato dal Consiglio Comunale;
- le misure di autoprotezione e le modalità di comportamento da tenersi prima, durante e dopo l’evento.
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Marzo 21, 2024
Minori e pianificazione del PPC

Durante lo studio di pianificazione e redazione del Piano di Protezione Civile comunale si definiscono strategie per la tutela e salvaguardia dei minori presenti sul territorio. Tra le principali attività segnaliamo:
- l'inventario delle strutture destinate ed adibite ai minori;
- l'individuazione di un'area idonea destinata ai minori in caso di emergenza; 
- programmare, in caso di scenari critici, la possibilità di erogare servizi scolastici e/o di natura sociale, al fine di ristabilire un ritorno alla quotidianità;
- prevedere incontri formativi presso scuole per la condivisione del PPC.
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Marzo 14, 2024
PPC: livello di allerta e fasi operative

Il Sindaco riscontrando livelli di criticità di allerta (giallo o ordinaria, arancione o moderata, rossa o elevata) o eventi imprevedibili di natura emergenziale, tramite i soggetti preposti, manda la comunicazione al Gruppo di Lavoro e Struttura Operativa, indicando lo scenario e la procedura corrispondente alla fase operativa: attenzione, preallarme e allarme.
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.
 

Giovedì, Marzo 7, 2024
Architettura della Sicurezza

L'architettura per rispondere alle esigenze di sicurezza è costituita da tre elementi fondamentali:
a) le politiche dell'Ente (policy) e le procedure operative, emanate dall'Amministrazione Comunale, nell’ambito di una visione globale e strategica del problema della sicurezza, con l'allocazione delle risorse necessarie;
b) gli strumenti tecnologici/logici;
c) gli atteggiamenti individuali (formazione e sensibilizzazione del personale, creazione e gestione di canali di comunicazione affidabili e sicuri).
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Febbraio 29, 2024
Le principali cause di franamento

- la saturazione del terreno a causa di piogge intense;
- il peso di nevicate;
- l'accumulo di materiale detritico sulla sommità del pendio;
- il peso di rilevati stradali, di discariche minerarie, di rifiuti, di edifici, ecc;
- il peso dell’acqua derivante dalla perdita di condotte idriche, fognature, canali, bacini.
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Giovedì, Febbraio 22, 2024
I principali fattori che influenzano la franosità

I principali fattori che influenzano la franosità sono:
fattori geologici, strutturali (faglie e fratturazioni), giacitura, scistosità, associazione e alternanza fra i litotipi, degradazione, alterazione, eventi sismici e vulcanici.
Fattori morfologici (la pendenza dei versanti); fattori idrogeologici (la circolazione idrica superficiale e sotterranea, entità e distribuzione delle pressioni interstiziali).
Fattori sismici (terremoti o in generale azioni dinamiche esterne); fattori climatici e vegetazionali (alternanza di lunghe stagioni secche e periodi di intensa e/o prolungata piovosità, disboscamenti e incendi).
Fattori antropici (scavi e riporti, disboscamenti e abbandono delle terre).
 
Per approfondimenti contattateci all'indirizzo email: sge@sge-partners.it o al numero unico 02 82197 646.

Hai bisogno di più informazioni?
CAPTCHA
Questa domanda serve per verificare se sei o meno un visitatore umano e per prevenire l'invio automatico di spam.